Mazzoni Guido

mazzoni foto

sezione premio

Poesia edita 2018 - vincitore

opera

La pura superficie

biografia

(1967) Ha pubblicato i libri di poesia La scomparsa del respiro dopo la caduta (in Poesia contemporanea. Terzo quaderno italiano, Guerini 1992), I mondi (Donzelli 2010) e La pura superficie (Donzelli 2017) e i saggi Forma e solitudine (Marcos y Marcos 2002), Sulla poesia moderna (Il Mulino 2005), Teoria del romanzo (Il Mulino 2011) e I destini generali (Laterza 2015). È tra i fondatori e coordinatori del sito culturale <Le parole e le cose>. Insegna letteratura all’Università di Siena. Vive a Roma.

descrizione catalografica

La pura superficie/ Guido Mazzoni - Roma : Donzelli, 2017. - 78 p. ; 21 cm ((Poesia ; 64

presentazione poeta

La pura superficie è lo schermo opaco su cui scivola lo sguardo quando viene rivolto sull'altro da sé. Fino dal titolo del suo libro Guido Mazzoni costringe il lettore a confrontarsi con il paradosso di un tempo, il nostro, nel quale l'egocentrismo eretto a sistema coesiste con una individualità tanto incerta da doversi continuamente riparare - schermare, appunto. Intorno a questo paradosso è costruita la raccolta: la lingua controllatissima e il rigore dell'architettura, in cui si alternano forme e <persone> diverse (differenze, avverte l'autore, insieme fondamentali e irrilevanti) sono gli strumenti impiegati da Mazzoni per recuperare un <io> che non solo non rinnega le sue lacerazioni, ma se ne fa carico. Esponendo lo sfaldamento, il disincanto, l'esibizionismo, l'insignificanza, infine il nostro essere, tutti, <soli e incomprensibili>, Mazzoni esercita un'assunzione di responsabilità che rappresenta l'unica istanza etica a noi oggi forse concessa. Se la nostra epoca può esprimere una poesia civile, La pura superficie ne è un esempio.

mazzoni copertina