De Marchi Lella

de marchi foto

sezione premio

Poesia inedita 2016

opera

Paesaggio con ossa

biografia

nata a Pesaro nel 1970, è poetessa, scrittrice, performer. Ha pubblicato i libri di poesie: La spugna (Raffaelli 2010), Stati d’Amnesia (LietoColle 2013) ed il libro di racconti Tutte le cose sono uno (Prospettiva Ed. 2015). Collabora con la rivista di poesia Versante Ripido.

presentazione poeta

“bella / di una bellezza che viene da prima di sé”: la determinazione di Lella De Marchi è riportare in pagina il contrasto tra assoluta bellezza e assoluta miseria. Quando bellezza e miseria sono compresenti, e precisamente nello spazio di frizione tra questi due campi d’essere apparentemente incompatibili, nasce la poesia più dolorosa e vera: Paesaggio con ossa è il reportage di questo stridore acutissimo e, per sua stessa ammissione, motivato dallo sguardo “immenso e senza malizia” di Marina. Il paesaggio con ossa non è che il corpo nudo di una donna abusata, e il “compito umano” del poeta è rianimarla, con le sue proprie mani d’ossa e nervi e, in sovrappiù, attraverso le parole che da quel corpo prendono vita, per avvolgere tutto il visibile. E l’invivibile di questa vita.